La discriminazione residenziale evidentemente non basta più. Adesso sul sito ufficiale della Juventus viene vietata la vendita dei biglietti per l’incontro di Juve-Napoli anche ai “nati” in Campania. Non solo ai residenti, ma anche a chi “nasce” nella Regione.

ad

 

A questo punto, sarebbe interessante ascoltare il parere di Maurizio Sarri, che nei suoi tre anni all’ombra del Vesuvio si è sempre battuto in difesa di Napoli, dei napoletani e delle discriminazioni come questa. Non fosse altro per il fatto che l’attuale tecnico bianconero è nato a Bagnoli.

A tal proposito, nasce spontanea la domanda: ma a lui sarà permesso entrare allo Stadium?

La smentita della Questura

Intanto, con una nota diramata in mattinata, la questura di Torino ha smentito la notizia apparsa su alcuni organi di stampa secondo cui la stessa questura avrebbe concordato il divieto di vendita dei tagliandi per la partita di campionato Juventus-Napoli, in programma il prossimo 31 agosto, a chi e’ nato in Campania. “La questura di Torino – si legge nella nota – non ha mai concordato tale decisione con la societa’ sportiva ne’ intende condividerla”.