Ischia off limits per i proprietari delle seconde case

Una ordinanza emanata dai sindaci dei sei comuni dell’isola di Ischia (quello di Lacco Ameno è guidato da un commissario prefettizio che ha firmato il provedimento) vieta lo sbarco per l’intera ‘settimana santa’ ai proprietari delle seconde case, per contenere la diffusione del coronavirus. Sono infatti migliaia gli immobili di proprietà di persone non domiciliate stabilmente sull’isola e di cui si teme l’arrivo in massa per le imminenti festività pasquali. Il provvedimento resterà in vigore sino a Pasquetta e per i trasgressori è previsto, oltre alle sanzioni già previste dalle leggi in vigore in materia di covid-19, anche l’isolamento in quarantena nella propria abitazione per due settimane e la segnalazione alla autorità giudiziaria.

Intanto, il sindaco del comune di Ischia (Napoli) ha emanato un’ordinanza stamane con cui rende obbligatorio l’utilizzo della mascherina ogni volta che si lascia l’abitazione. Il primo cittadino, Enzo Ferrandino, ha stabilito altresì l’uso delle mascherine in tutti gli esercizi commerciali, sia per i clienti che per i dipendenti. In un altro comune isolano, Casamicciola, ha preso il via stamattina lo screening delle categorie a rischio coronavirus con test rapidi sierologici organizzato dal comune: su 50 persone controllate è stata trovato un solo caso positivo, un dipendente pubblico di fatto immunizzato ed asintomatico; per lui quarantena immediata e comunicazione alla ASL per l’effettuazione del tampone.

ad
Riproduzione Riservata