I carabinieri hanno eseguito una misura cautelare per gli arresti domiciliari nei confronti di due uomini ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dell’incendio doloso di un autocarro Iveco Eurotech di proprieta’ di una ditta di trivellazioni di Casal di Principe, avvenuto lo scorso 12 marzo in un parcheggio del Comune di Ischia. Le fiamme, propagatesi rapidamente, avevano danneggiato un altro autocarro e un bagno pubblico prefabbricato.

 

Il provvedimento e’ stato emesso dal gip di Napoli. Il movente del gesto e’ da ricondurre alla rivalita’ tra uno dei destinatari del provvedimento restrittivo e il proprietario del veicolo incendiato, entrambi imprenditori attivi nel settore delle trivellazioni al quale alcuni cittadini avevano affidato lavori, anziche’ rivolgersi all’impresa locale dell’arrestato.