La partecipazione sarà riservata ad un numero limitato di persone

Servirà il green pass europeo per assistere, il 26 luglio, all’edizione del 2021 della festa di Sant’Anna, sull’isola di Ischia, che ritorna dopo lo stop determinata dalla epidemia di Covid lo scorso anno. L’accesso al Piazzale delle Alghe, al Pontile Aragonese ed agli scogli che affacciano sulla baia di Cartaromana, dove si svolge la festa, sarà regolamentata sulla scorta delle direttive del presidente della Giunta regionale De Luca, che ha fortemente sostenuto la campagna vaccinale delle isole del golfo di Napoli, oggi considerate Covid free. Polizia municipale e Protezione civlle filtreranno il pubblico.

La partecipazione alla Festa sarà riservata ad un numero limitato di persone dotate di green pass e l’accesso avverrà entro un orario prestabilito, secondo un protocollo di sicurezza che sarà comunicato al termine della prossima conferenza di servizi con le forze dell’Ordine. Per il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino, «la festa di Sant’Anna sarà organizzata con una formula in grado di contemperare l’appeal di un rito collettivo quasi secolare, che da sempre attrae flussi imponenti di isolani e turisti, con l’indifferibile contenimento dei rischi legati alla diffusione del Covid».

ad

L’edizione 2021 della festa vedrà la sfilata di tre barche allegoriche in rappresentanza delle tre isole del golfo di Napoli: Ischia, Capri e Procida. oltre alla simulazione dell’incendio del Castello aragonese e ad uno spettacolo pirotecnico e musicale.

Riproduzione Riservata