Un'auto della polizia, nel corso di attività di controllo (foto di repertorio)

Indagini della polizia sulla vicenda, tra le otto persone fermate (tutte con precedenti) anche il nipote di un boss dell’area flegrea  

Secondo quanto ipotizzano gli agenti di polizia del commissariato San Paolo, le otto persone fermate ieri mattina (età compresa tra i 19 e i 60 anni) avrebbero partecipato a un summit, o erano in procinto di farlo. Una riunione di camorra, sono propensi a credere, gli investigatori. Gli otto sono stati intercettati in un locale di Via Consalvo: dal rapido controllo è emerso che tutti avevano precedenti di polizia. Tra essi anche un 60enne di Bagnoli, ritenuto in passato legato ai Sorrentino-Sorprendente (Nuova mafia flegrea) e il nipote di un boss di Fuorigrotta. Gli otto sono stati denunciati per inosservanza delle norme anticontagio, relative all’emergenza coronavirus. La notizia è stata riportata da il quotidiano Il Roma, nell’articolo a firma di Luigi Sannino.

Riproduzione Riservata