inter napoli sarri

Al Meazza è 0-0 tra Inter e Napoli nel posticipo della 28esima giornata del campionato di serie A. Partita molto tattica, in cui le due squadre si sono annullate. Pochissime occasioni degne di nota: l’Inter colpisce un palo con Skriniar, il Napoli si rende pericoloso con Insigne. Questo pareggio ridisegna la classifica: il Napoli perde la vetta dopo 10 giornate a vantaggio della Juventus. I partenopei salgono a quota 70, a -1 dalla Juventus, in attesa del match dei bianconeri contro l’Atalanta.

“Addio sogno Scudetto? Non siamo né la squadra più ricca né la più forte d`Italia – il pensiero di Sarri – non abbiamo l`obbligo di vincere, abbiamo l`obbligo di fare del nostro meglio e cercare di fare risultato contro chiunque. Questa sera non ho visto in campo dei giocatori che hanno mollato: abbiamo fatto una grande gara contro una squadra che a luglio era accreditata di stare davanti a noi”.

Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter

Il tecnico dell’Inter Spalletti aggiunge: “Siamo stati bravi ad andare a mordere in alcuni momenti e ad aspettare in altri: quando abbiamo riconquistato palla c`era la possibilità di andare a ripartire e fare male, in alcuni casi siamo stati bravi e in altri potevamo fare meglio. A volte usciamo bene da situazioni difficili, altre volte sbagliamo le palle facili, non riusciamo ad avere continuità da questo punto di vista ed è un difetto che ci contraddistingue un pochino. Perché non riesco a dare la mia impronta? Dipende da dove si vuole collocare l`Inter: abbiamo fatto un pessimo periodo, ma in generale non abbiamo mai giocato un grandissimo calcio, perché secondo me non abbiamo tutta quella qualità che si dice. Il Napoli ha qualità.”