L’ iniziativa del club della piccola cittadina danese costituisce una nuova esperienza a livello mondiale. Nello stadio della squadra di casa verranno montate delle tribune virtuali

di Stefano Esposito

Quando il calcio ripartirà in Danimarca, lo farà senza tifosi: una conseguenza naturale dell’epidemia di coronavirus che ha colpito tutto il mondo. Eppure sono diverse le iniziative che si stanno diffondendo tra i club per coinvolgere ugualmente il pubblico.

ad

Il Midtjylland ad esempio sta lavorando alla possibilità di far assistere alle partite al drive-in nel parcheggio dello stadio. L’Aarhus invece ha un progetto diverso, annunciato sul proprio sito ufficiale.

“La nuova iniziativa digitale, che richiede non meno di 23 uomini che partecipino durante la partita, sarà in collaborazione con la piattaforma digitale Zoom. Sarà una specie di stadio virtuale per cui serve un biglietto gratuito e non appena la partita comincia sarete raccolti nella stessa sezione di cui avete preso il tagliando.

Ci saranno 22 sezioni tra cui scegliere, come se fosse un normale stadio di calcio; così ci saranno anche i settori per i tifosi ospiti e quelli neutrali. L’iniziativa vedrà l’installazione di diversi schermi allo stadio, dove i tifosi vedranno la partita dalla loro tribuna virtuale.

Allo stesso modo i giocatori potranno vedere e sentire il sostegno dei loro tifosi dal divano direttamente allo stadio, ad una distanza di sicurezza ma sempre vicino al cuore e al calcio. Sarà la prima gara di campionato dopo tanto tempo e la celebreremo con una storica iniziativa digitale e siamo orgogliosi di essere il primo club al mondo ad utilizzarla”.