C’e’ una proroga per le cure di Donato, il ragazzo 25enne, ricoverato a Hochzirl, a pochi chilometri da Innsbruck, in Austria. La Regione Campania ha concesso una proroga per le cure del ragazzo per altri due mesi. “Non ci credevo – dice la mamma Lella Patente – sono davvero contenta”. Donato Lambiasi e’ stato vittima di un incidente stradale nel gennaio del 2016. Mentre effettuava l’ultima consegna di pizza a domicilio, in scooter – come riportato dal Corriere della Sera – quando lo scontro con un’automobile l’ha sbalzato in aria e, nell’impatto con il suolo, il cervello e’ stato seriamente compromesso.

ad

Donato, originario di Baronissi, in provincia di Salerno, e’ stato ricoverato prima a Imola, poi a Sant’Angelo dei Lombardi prima di arrivare nella clinica in Austria. Ed e’ in quella struttura che Donato e’ riuscito a muovere il braccio e la gamba di sinistra e a mangiare senza le flebo. Le cure, in questa struttura, costano mille euro al giorno. Una somma difficile a cui fare fronte soprattutto considerando le altre spese da sostenere. La Regione Campania aveva concesso un primo contributo di 3 mesi e la preoccupazione di mamma Lella era che non fosse piu’ rinnovato. “Invece e’ arrivata una proroga – racconta – Un contributo del 50% delle spese che sosteniamo”.

Donato ha avuto un risarcimento, ma quei soldi sono gestiti da un giudice tutelare. “Mio figlio e’ maggiorenne, ma materialmente non puo’ firmare nulla – spiega la mamma – io sono il suo amministratore di sostegno, posso spendere fino a 500 euro al giorno, per il resto devo essere autorizzata. Presento la fattura, uno scontrino oggi e per il rimborso passano anche sei mesi”. Prosegue, intanto, anche la raccolta fondi che la mamma e la sorella di Donato hanno lanciato attraverso una pagina Facebook.