Luigi Cesaro e Antonio Pentangelo

La decisione dei giudici del Tribunale del Riesame nei confronti dei due parlamentari

Annullata l’ordinanza per i parlamentari Luigi Cesaro e Antonio Pentangelo, coinvolti nell’inchiesta sull’area ex Cirio di Castellammare di Stabia. Secondo i giudici del Tribunale del Riesame, «i reati di corruzione risultano commessi solo negli anni successivi, impossibile ipotizzare intercettazioni per quei fatti». Ci si riferisce all’impossibilità, innescata dalla sentenza Cavallo, che rende inutilizzabili le intercettazioni autorizzate per altri reati. L’autorizzazione a procedere alla richiesta di arresto per Cesaro e Pentangelo, era stata sottoposta alle rispettive Camere di appartenenza.