La sede della Consip a Roma
La sede della Consip a Roma

Aver commesso con “inescusabile negligenza” una “grave violazione” dei diritti di difesa di uno degli indagati dell’inchiesta Consip, l’ex consigliere di Palazzo Chigi Filippo Vannoni. E’ l’accusa da cui dovranno difendersi oggi davanti alla Sezione disciplinare del Csm i pm napoletani Henry John Woodcock e Celestina Carrano, titolari delle indagini sulla centrale acquisti della pubblica amministrazione sino al trasferimento del filone principale a Roma.

Il pm della Procura di Napoli, John Henry Woodcock
Il pm della Procura di Napoli, John Henry Woodcock

A carico di Woodcock, che sara’ difeso dall’ex procuratore di Torino Marcello Maddalena, c’e’ anche un’ altra contestazione: aver tenuto “un comportamento gravemente scorretto”, sia nei confronti del procuratore di Napoli, sia nei confronti dei pm della capitale per alcune dichiarazioni sull’inchiesta Consip riportate dal quotidiano la Repubblica.

ad
Riproduzione Riservata