Nel fascicolo che la Procura di Napoli Nord ha aperto sull’incendio all’azienda Di Gennaro, a Caivano, che smista carta e plastica sono confluite non solo le immagini delle telecamere di sicurezza, ma anche e soprattutto le informative redatte dalla polizia giudiziaria, tra queste una dei carabinieri Forestali.

Il procuratore capo di Napoli Nord, Francesco Greco

Meno di un anno fa i militari avevano contestato alla ditta la violazione della normativa per la sicurezza sul lavoro perche’ sulla piattaforma che e’ andata a fuoco c’erano balle di scarti che andavano rimossi.

ad

Questo comportava una sanzione amministrativa e una serie di prescrizioni che se adempiute avrebbero potuto portare alla cancellazione del provvedimento.

Ma proprio quelle balle, nel devastante incendio, sono andate a fuoco. Nel fascicolo del procuratore di Napoli Nord, Francesco Greco, sono confluiti dunque i provvedimenti della Forestale che aveva compreso gia’ il pericolo di quegli scarti.

Il prefetto di Napoli, Carmela Pagano

Ma anche la stessa ditta, in una lettera di due settimane fa inviata alle Prefetture, ai sindaci dei Comuni della Campania e alle forze dell’ordine, ai vertici della Regione aveva evidenziato la necessita’ che i consorzi addetti allo smaltimento, per i quali l’azienda lavora, intervenissero per la rimozione di quegli scarti di lavorazione.