Le dichiarazioni del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità

La famosa ipotesi di una seconda ondata” di contagi in autunno c’è, “da un punto di vista scientifico questo è un dato obiettivo che conosciamo” perché “in autunno aumenta il rischio di diffusione con il cambiamento del clima che ci fa passare più tempo in ambienti chiusi“.

Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, rispondendo alle domande dei membri della Commissione Bilancio della Camera, nel corso di una audizione nell’ambito dell’esame del Dl Rilancio.

ad

Brusaferro rispondeva in particolare alla domanda se organizzare le elezioni in autunno possa essere un rischio. “Tradizionalmente – ha ricordato – l’autunno, quindi da ottobre in poi, è la stagione in cui le infezioni delle alte vie respiratorie si diffondono, è la stagione in cui, per esempio, si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale, la stagione in cui la probabilità di diffusione di virus per vie aeree aumenta. Quindi è chiaro che con l’avvicinarsi a quella stagione c’è una probabilità di maggiore diffusione“.