Navi al soldo di Imperiale: il latitante stabiese nell’inchiesta del FBI. Ufficiali corrotti, un milione di euro per far caricare la droga. Sequestrate 20 tonnellate di cocaina trovata nei container.

Un milione di euro per caricare a bordo delle navi mercantili enormi quantitativi di cocaina e trasportarli dal Sudamerica fino in Europa. E’ questa la cifra che il cartello di narcotrafficanti internazionali, di cui fa parte lo stabiese Raffaele Imperiale, sarebbe disposta a pagare agli ufficiali corrotti. Imperiale, è tuttora latitante a Dubai.

ad

La cifra di un milione di euro è uscita fuori durante il corso di un processo a carico di due ufficiali della Msc Gayane, negli Stati Uniti, a proposito di quando gli agenti della FBI trovarono quasi venti tonnellate di cocaina in sette diversi container nelle navi cargo. Le indagini hanno accertato che il cartello di narcotrafficanti era riuscito a corrompere otto persone a bordo ella nave. Questo sequestro derivava da un’inchiesta sul gruppo di Richard Riquelme Vega, uno dei più grossi narcotrafficanti sudamericani, arrestato in Cile nel 2017. Sul suo cellulare, decriptato dopo un lunghissimo lavoro, sono stati trovati dei video in compagnia di Raffaele Imperatrice, che è fra i primi ricercati dell’Antimafia di Napoli.

Riproduzione Riservata