Le rimostranze dei titolari dei baretti: speriamo nel Comune

Il Tar Campania boccia la pedonalizzazione di via Bisignano a Napoli. Il provvedimento deciso dal Comune era entrato in vigore lo scorso fine settimana in via sperimentale fino alla fine di giugno. La giustizia amministrativa ha dunque accolto le ragioni avanzate dal comitato “Chiaia viva e vivibile”. Pertanto a seguito della decisione del Tar, gli effetti dell’ordinanza del sindaco, Luigi de Magistris, e dunque l’area pedonale in via Bisignano in vigore tutti i giorni dalle ore 14 alle 6 del mattino è sospesa. La camera di consiglio è fissata al 3 marzo.

Prima che entrasse in vigore l’isola pedonale, via Bisignano rientrava nel più ampio dispositivo traffico che prevede per alcune zone di Chiaia la ztl dalle ore 19. La decisione lascia sgomenti i titolari e i gestori dei locali della zona.

ad

«Immaginavamo ci potesse essere un ricorso da parte dei residenti che sono sempre molto agguerriti contro le attività commerciali – dice Aldo Maccaroni, presidente dell’associazione “Baretti Chiaia” – sinceramente non riusciamo a capire questo accanimento e ora speriamo che il Comune faccia opposizione alla decisione del Tar».

I titolari e i gestori dei locali di via Bisignano proprio temendo un ricorso non avevano ancora utilizzato in via prudenziale gli spazi che gli erano messi a disposizione in virtù della pedonalizzazione. Un provvedimento, la pedonalizzazione di via Bisignano, rispetto al quale – sottolinea Maccaroni – «tutte le associazioni di categoria erano d’accordo. L’ordinanza – precisa – era infatti scaturita da una serie di incontri con l’amministrazione comunale a cui tutti hanno partecipato esprimendo la propria posizione favorevole alla pedonalizzazione di via Bisignano mentre si era contrari alla pedonalizzazione più ampia dell’intera zona».

L’istituzione dell’isola pedonale in via Bisignano era stata accolta dai titolari e gestori dei bar e dei locali anche come un provvedimento che potesse sostenere la ripresa economica delle attività e – evidenzia Maccaroni – «anche come una misura di contrasto agli assembramenti».

Riproduzione Riservata