Il Napoli cede due punti che sarebbero stati preziosissimi per raggiungere il traguardo della qualificazione alla Champions League del prossimo anno

di Stefano Esposito

Parte benissimo il Napoli. Il protagonista assoluto della partita è Osimhen, autore del goal che al 12’ del primo tempo sblocca la gara.

ad

Il Napoli spreca tantissimo per superficialità nelle conclusioni e per qualche buona parata di Cragno. C’è anche una conclusione di Demme dal limite dell’area di rigore che, a portiere battuto, si infrange sulla traversa.

Nella ripresa, Osimhen è costretto a uscire dal campo dopo uno scontro aereo con Ceppitelli.

Entrambi i giocatori rimangono feriti alla testa e lasciano il terreno di gioco.

Da quel momento il Napoli non è più in grado di mantenere il possesso del pallone nella metà campo avversaria e il Cagliari dopo un paio di buone occasioni, trova il gol del pareggio in extremis.

Agli uomini di Gattuso resta anche il rimpianto per il secondo goal segnato da Osimhen a metà della ripresa.

L’errore in coppia di Fabbri e soprattutto di Mazzoleni (che non richiama l’arbitro al video anche se tra Osimhen e Godin non è assolutamente irregolare) è gravissimo. Inaccettabile nell’era del VAR

Dopo i risultati dell’ultimo turno di campionato (Udinese-Juventus 1-2 e Milan-Benevento 2-0) i bianconeri si sono portati al terzo posto, con i rossoneri al 4° ed il Napoli 5° posto di una classifica ancora da definire

LA CLASSIFICA DOPO LA 34^ GIORNATA

INTER: 82 punti (Campione d’Italia)

ATALANTA: 69 punti

JUVENTUS: 69 punti

MILAN: 69 punti

NAPOLI: 67 punti

LAZIO: 64 punti *

*una partita in meno

IL COMMENTO DEL CLUB

“Finisce 1-1 allo Stadio Maradona tra Napoli e Cagliari. Non è il pari, quanto la maniera in cui è arrivato a lasciare gelo e rammarico. Un gol di Nandez in pieno recupero sancisce l’esito del match, con il Napoli che era stato avanti, pressochè padrone del campo, per la maggior parte dell’incontro.

Sono fatalità del calcio e fanno parte del gioco. Gli azzurri partono con un gol sprint di Osimhen che mostra non solo velocità ma anche tecnica. Assist morbido di Insigne e inserimento di Victor che stoppa di destro e infila di sinistro.

Terzo gol consecutivo di Osimhen in 3 partite. Poi tante altre possibilità per gli azzurri che potrebbero chiudere la gara in varie occasioni. Nella mischia al 94esimo arriva il pareggio del Cagliari.

Per il Napoli è in ogni caso il terzo risultato utile consecutivo e anche il 26esimo punto nelle ultime 12 partite.

Perfetta media zona Champions. Mancano 4 sfide e 20 giorni per il rush decisivo. L’avventura continua…”

LE PAGELLE

Meret 7 – Il palo lo salva su Zappa, poi diventa protagonista. Nega il goal a Pavoletti prima, a Nandez poi. Si ripete nella ripresa: grandissimo intervento a mano aperta su Pavoletti. Potrebbe fare qualcosa in più sul goal di Nandez

Di Lorenzo 7 – Sta bene, si vede, e difende con ordine e riparte spesso con prepotenza. Accompagna la manovra con convinzione, nella ripresa supera due uomini in percussione e viene chiuso al momento del tiro. Con Koulibaly fuori si ritrova anche a fare il centrale difensivo, senza sbavature.

Manolas 6,5 – Lascia pochi spazi e chiude bene su Pavoletti

Koulibaly 6,5 – Si fa sovrastare da Pavoletti a fine primo tempo, ma Meret ci mette una pezza. Nella ripresa svetta più volte rischia poco e chiude bene ogni spazio. Nel finale stringe i denti nonostante i crampi

Hysaj 6 – Una buona prestazione in fase difensiva macchiata dalla sbavatura nel finale, si vede poco, molto poco, in attacco

Fabian 6 – Non una delle migliori prestazioni. Fa fatica sul piano dell’agosnimo e del dinamismo. Qualche buona intuizione nel fraseggio, ma poi cala vistosamente alla distanza (dall’81’ Bakayoko sv)

Demme 6,5 – Corre per due, aiuta i compagni e copre le linee di passaggio sulla trequarti. Recupera la palla che porterà al goal di Osimhen

Lozano 5,5 – Gioca tanti palloni, ma non crea particolari problemi alla difesa del Cagliari. Colpisce indisturbato di testa da pochi passi sprecando una grande occasione (dal 67′ Politano 5,5 – Non fa meglio del compagno. Aiuta difensivamente, ma non incide in fase offensiva)

Zielinski 6,5 – Parte spesso in percussione tagliando il campo, disegna calcio e trova con successo sempre il compagno libero. Impegna Cragno in un paio di occasioni, ma purtoppo non trova il goal (dall’81’ Elmas 6 – Dinamico e generoso, ma incide poco)

Insigne 5,5 – Ha il merito di lanciare in porta Osimhen, con un grandissimo assist. Per il resto non convince. Prima prestazione poco convincente dopo tante di grandissimo livello

Osimhen 7,5 – Sblocca la gara con un bel controllo, spalla a spalla con Godin e batte Cragno col mancino. Sempre nel vivo del gioco, serve anche l’assist a Lozano che manda fuori e sigla il 2-0 annullato dall’arbitro e da Mazzoleni al VAR, ma regolarissimo.

Colpito alla testa, viene sostituito al momento di rientrare in campo e da lì il Napoli sparisce dal campo (dal 75′ Mertens 5,5 – Non entra in partita. Non riesce a far salire la squadra e soffre la fisicità della difesa del Cagliari)

Riproduzione Riservata