Il sindaco Lorenzo Balduccelli (foto tratta dal profilo Facebook del primo cittadino)

Capita a Massa Lubrense dove si registrano 48 positivi su un totale di oltre 14mila abitanti

Dura poco o niente la didattica in presenza a Massa Lubrense, comune della costiera sorrentina. Le scuole sono rimaste aperte per appena 4 ore, poi la chiusura. A decretarla, una ordinanza del sindaco Lorenzo Balduccelli. Su Facebook, ieri, il primo cittadino ha scritto: «Questo il testo dell’informativa sull’Ordinanza di chiusura delle scuole di ieri sera che mi è stata richiesta dal Gruppo Consiliare Azione in Comune che per motivi formali non ho potuto leggere al Consiglio Comunale svoltosi stasera ma che ritengo opportuno pubblicare».

E giù con i numeri: «Dal report di lunedì, arrivato alle 20, sono stati evidenziati ulteriori 13 nuovi casi di positività al Covid, portando il totale dei positivi a 48». Dunque, su un totale di oltre 14mila abitanti, a Massa Lubrense ci sono 48 positivi. Appena lo 0,003% della popolazione, che tiene in stallo la platea scolastica, con l’istruzione e la socialità negate ai ragazzi. Ci si trova, ovviamente, davanti al paradosso con alcuni sindaci ormai fuori controllo, e relativamente alle ordinanze pro dad, addirittura più «oltranzisti» di De Luca.

ad

Molti cittadini di Massa Lubrense ma anche di altri centri della costiera, hanno fatto notare come la scuola sia più facile da chiudere rispetto ai negozi, perché arrivano assai meno lamentele. Bisogna sottolineare, inoltre, che i sindaci possono chiudere le scuole soltanto in presenza di una grave ed acclarata emergenza sanitaria. Emergenza sanitaria per niente sostenuta dai numeri a Massa Lubrense, dove lo ribadiamo, ci troviamo davanti a 48 casi (non tutti sintomatici) su un totale di oltre 14mila abitanti.