Nella foto i rilievi sulla scena dell'omicidio di Antonio Volpe
Nella foto i rilievi sulla scena dell'omicidio di Antonio Volpe, avvenuto in Via Leopardi lo scorso 15 marzo

Il progetto del gruppo di Soccavo avallato da un boss del quartiere da mesi interessato da fibrillazioni criminali

di Giancarlo Tommasone

Un gruppo malavitoso del Rione Traiano, l’avallo di un boss scarcerato da poco (un malavitoso che non appartiene a quella che è ritenuta la vecchia camorra di Fuorigrotta) e una strategia: quella attuata per conquistare il controllo delle attività illecite nel quartiere flegreo. E’ la traccia che seguono gli investigatori che si trovano a indagare sugli eventi, che da un paio di mesi hanno proiettato nuovamente Fuorigrotta al centro della scena della cronaca nera.

ad

Una fazione di Soccavo, dunque, starebbe puntando a estendere la sua sfera di azione, e per farlo sarebbe arrivata, nelle scorse ore, a esplodere colpi di arma da fuoco nella centralissima Via Leopardi. Ad agire, secondo quanto è stato ricostruito, dei sicari in sella a due moto; intorno alle 16 di ieri, hanno esploso dei colpi di pistola e poi si sono dileguati, facendosi strada tra i veicoli imbottigliati nel traffico.

L’ultima azione potrebbe essere collegata ad altri episodi, in primis all’omicidio del 77enne Antonio Volpe (quest’ultimo inquadrato dal pentito Gennaro Carra, all’interno del clan Cesi), ucciso durante un agguato camorristico, il 15 marzo scorso. E ad altri avvertimenti a suon di piombo, registrati nel quartiere nelle ultime settimane.

Tutti eventi collegati, che farebbero dunque parte della strategia di conquista messa in atto dal gruppo del Rione Traiano per espandersi fino a Fuorigrotta e dettare legge anche in questa porzione del quadrante occidentale di Napoli. Tornando all’ultimo episodio, quello dei colpi di arma da fuoco esplosi in Via Leopardi, si indaga per stabilire se si sia trattato della classica stesa  – una mera dimostrazione di forza – o se il commando abbia agito puntando un obiettivo prestabilito.

Riproduzione Riservata