L'arresto di Cosimo Di Lauro nel Terzo Mondo
L'arresto di Cosimo Di Lauro nel Rione 'Terzo Mondo'

DURANTE LA PRIMA FAIDA L’intercettazione di uno spacciatore del clan Di Lauro al lavoro nella piazza del Terzo Mondo a Secondigliano

Vita difficile per i pusher del clan Di Lauro, in «servizio» nella piazza di spaccio del Terzo Mondo, Rione dei Fiori a Secondigliano. Lavoro rischioso, si può finire in galera da un momento all’altro, e poi c’è da fare i conti con le fazioni avverse, e con la reale possibilità di beccarsi una pallottola. Il periodo è assai brutto, è quello della prima faida, che vede contrapporsi, da una parte l’esercito di Ciruzzo ’o milionario (guidato da Cosimo Di Lauro), dall’altra quello degli Scissionisti. E poi «ci sta troppa polizia, non si può faticare (lavorare) così. Già ieri mi stavano imbracando (gergale, vale arrestando, ndr)», afferma intercettato un pusher, mentre è in auto e parla con un suo «collega».

Leggi anche / Paolo Di Lauro, ecco
perché lo chiamano Ciruzzo ’o milionario

Lo spacciatore ha deciso di andare via, di cambiare mestiere, di mettersi «a fare un’altra cosa. Basta, così non posso andare avanti», ripete come un mantra. «Io gliel’ho detto pure a D. (il capopiazza, ndr). Gli ho detto: guarda che domenica è l’ultimo giorno che scendo a lavorare». «E che ti metti a fare?», gli domanda il «collega». «Me ne vado fuori Napoli, e non è che lascio questa piazza per andare in un’altra, di questo ha parlato pure con D., e lui è d’accordo», continua il pusher. Che nel frattempo, nonostante abbia deciso di andare via e lo abbaia comunicato al capo, decide di «incrociare le braccia», per non correre altri rischi. «A me domenica è l’ultimo giorno, te lo dico un’altra volta. E mo nemmeno comincio il turno, perché ci stanno troppe guardie e troppe macchine. Non voglio finire con la capa nella cascetta (gergale, nel contesto significa essere arrestato, ndr) come uno scemo, proprio un paio di giorni prima di andarmene da qua in mezzo», conclude lo sfogo, lo spacciatore.

ad
Riproduzione Riservata