Un pentito protetto dalle forze dell'ordine, depone in aula (foto di repertorio)

La rivelazione choc del collaboratore di giustizia Luigi Parascandolo, ex braccio destro del boss Francesco Casillo

Le sue dichiarazioni stanno facendo dormire sonni per niente tranquilli ai camorristi del Piano Napoli di Boscoreale e dei Gionta di Torre Annunziata. È un fiume in piena Luigi Parascandolo, ex braccio destro del boss Francesco Casillo’a vurzella, e nuovo collaboratore di giustizia dell’area vesuviana. Oltre a puntare il dito contro suoi ex affiliati, capi e vertici di organizzazioni criminali, Parascandolo ha reso dichiarazioni che coinvolgono anche la madre. Proprio così. «Fui vittima di un attentato, volevano gambizzarmi. L’esecutore materiale fu Mario Padovani, ma la mandante dell’attentato fu mia madre», ha fatto mettere a verbale il pentito. Questo passaggio e altri stralci dei verbali di interrogatorio, sono stati riportati dal quotidiano Metropolis, nell’articolo a firma di Salvatore Piro.

Riproduzione Riservata