Il famigerato Bronx di San Giovanni a Teduccio, tra gli scenari della recente inchiesta anticlan (foto di repertorio)

Dalle carte delle ultime inchieste emerge l’accordo tra alcune cosche dell’area orientale e il cartello Contini-Licciardi-Mallardo  

A leggere le carte delle recenti inchieste che riguardano la camorra dell’area orientale di Napoli (in particolare, sponda San Giovanni a Teduccio), ci si imbatte in blocchi che ricadono – secondo gli inquirenti -nel cosiddetto cartello dell’Alleanza di Secondigliano. La confederazione di clan è composta principalmente dai Contini del Vasto-Arenaccia, dai Licciardi della Masseria Cardone, e dai Mallardo di Giugliano.

I rapporti delle cosche sono cementati anche da legami parentali, a testimonianza di ciò basta pensare che i tre vertici dell’Alleanza, Edoardo Contini, Patrizio Bosti, e Francesco Mallardo, sono cognati tra loro, per aver sposato le tre sorelle Aieta. Ma legati a questa confederazione, attraverso un accordo, c’è anche un gruppo di cosche dell’area orientale, di cui fa parte il clan Silenzio di San Giovanni a Teduccio, con «roccaforte» nel famigerato rione del Bronx. La mappatura in questione, è stata riportata dal quotidiano Il Roma, sulla base anche dell’ultima relazione della Direzione investigativa Antimafia.

ad
Riproduzione Riservata