(Nelle foto l'esibizione di ieri al rione Toiano)

Concerto movimentato ieri sera nella zona dei «Carri Armati», a Pozzuoli: sulla vicenda indaga adesso la polizia municipale

di Luigi Nicolosi

Il neomelodico più veloce del west. Ancora un concerto a dir poco rocambolesco per Tony Colombo, protagonista ieri sera di un live nel rione Toiano di Pozzuoli che si è concluso in maniera piuttosto discutibile. L’esibizione è stata infatti bruscamente interrotta dall’arrivo degli agenti della polizia municipale, intervenuti in via Catullo dopo aver ricevuto decine di segnalazioni dai residenti della zona, i quali lamentavano la presenza di assembramenti e musica ad alto volume in strada.

ad

A esibirsi al microfono, come dimostrato dalle numerose storie pubblicate su Instagram, c’era il noto cantante di origini palermitane. Non appena le auto della municipale si sono presentate sul posto, sia lui che il suo staff si sono però rapidamente dileguati, come del resto gran parte del pubblico. Gli agenti hanno quindi provato a raccogliere qualche informazione ascoltando i pochi presenti, ma nessuno di loro ha fornito indicazioni degne di nota. Sull’episodio è stata però aperta un’indagine finalizzata ad accertare eventuali responsabilità amministrative e penali.

La polizia municipale sta infatti cercando di capire se Tony Colombo avesse tutte le autorizzazioni del caso necessarie all’esibizione nella zona dei “Carri armati”, complesso di edilizia popolare del rione Toiano di Pozzuoli. Stando ai primi riscontri, il concerto sarebbe stato organizzato in onore di una futura sposa che vive nel quartiere: si è trattato dunque della classica serenata d’amore. Ad ogni modo, come emerge ancora dai social, dopo la brusca interruzione, il neomelodico più famoso del web non si è certo perso d’animo, tant’è che la serata è poi proseguita con un altro live in una nota sala ricevimenti in località Giugliano.

Riproduzione Riservata