Il magistrato Antonio Esposito

Il giudice (adesso in pensione) nell’agosto del 2013 presiedeva al sezione feriale della Cassazione che condannò in via definitiva il Cav a 4 anni di reclusione

E’ ritornato ancora una volta sul caso delle dichiarazioni rese da tre dipendenti dell’hotel del forzista Domenico De Siano, il giudice in pensione Antonio Esposito. Il magistrato, sette anni fa, era il presidente della sezione feriale della Cassazione, che ha condannato in via definitiva, a quattro anni, Silvio Berlusconi, nell’ambito del cosiddetto processo Mediaset. Il giudice in pensione ha presentato querela per falso nei confronti dei tre dipendenti dell’hotel di Ischia; i testimoni (le loro dichiarazioni sono agli atti) hanno raccontato di presunte frasi (non proprio di stima) che Antonio Esposito avrebbe proferito su Berlusconi (futuro imputato). Intervistato da Dario Del Porto di la Repubblica, il magistrato ha ribadito che quelle frasi contro Berlusconi, lui, non le ha mai proferite. Alla domanda, se vede Berlusconi come senatore a vita, Esposito ha risposto: «No».