Ultimata l’autopsia sul corpo dello sfortunato centauro, è stata subito fissata la data per la celebrazione delle esequie. Ancora da chiarire la cause del decesso

di Luigi Nicolosi

ad

Sarà un addio composto e all’insegna del rispetto delle norme anticontagio, ma al Vasto in tanti cercheranno di rendere omaggio a Francesco Murolo, il 45enne attivista che da anni si batteva per la riqualificazione del quartiere. In attesa che vengano depositati gli esiti dell’autopsia eseguita ieri al Secondo Policlinico, i familiari dello sfortunato motociclista hanno intanto stabilito la data dei funerali. Le esequie saranno celebrate lunedì mattina alle 11 nella chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio, in via Milano.

Stando ai primi accertamenti eseguiti dalla polizia locale, unità operativa Infortunistica stradale diretta dal capitano Antonio Muriano, intorno alle 7,30 di mercoledì mattina Murolo stava percorrendo, in sella alla propria moto, una Bmw di grossa cilindrata, via Caserta al Bravo, la lunga arteria che collega i quartieri Secondigliano e San Pietro a Patierno, e conduce a Casavatore. Per motivi ancora da accertare, il 45enne a un certo punto è stato costretto a fare un’improvvisa e lunga frenata, per poi cadere al suolo. Al momento dell’impatto l’uomo indossava il casco e all’arrivo degli agenti della Municipale non presentava ferite particolarmente preoccupanti, se non una sospetta frattura alla clavicola. Trasportato al Cardarelli, l’accesso al pronto soccorso è avvenuto in codice giallo. Nel prosieguo della giornata qualcosa è però andato storto e, forse per un’emorragia, nella prima serata è sopraggiunto il decesso. La Municipale ha intanto acquisito le immagini registrate da alcune telecamere di videosorveglianza privata.

Quello di Murolo, marito e padre di due bimbi, era un volto molto noto al Vasto, suo quartiere di origine. Residente nella problematica piazza Principe Umberto, luogo teatro di numerose tensioni sociali negli ultimi tempi, il 45enne si batteva da anni contro il degrado che tempo attanaglia la zona. Tutti lo ricordano come un uomo generoso e benvoluto. Oltre alla moglie, Murolo lascia due bimbi di appena tre e cinque anni.