sabato, Maggio 21, 2022
HomeCulturaIl Conservatorio si appella a Draghi: «De Simone merita vitalizio»

Il Conservatorio si appella a Draghi: «De Simone merita vitalizio»

Il Maestro è stato direttore dell’istituto di San Pietro a Majella

di Ilaria Riccelli

Sono stati in molti in questi giorni a raccogliere il grido di allarme e di aiuto lanciato dal maestro Roberto De Simone a proposito delle cure cui è sottoposto per restare in vita e di cui gli è stato addebitato ingiustamente il costo, privandolo della esenzione di cui prima godeva. Dopo il sindaco Manfredi che si era già dichiarato schierato a favore del maestro – considerato un’autorità culturale – ai fini della concessione dei privilegi della legge Bacchelli al musicologo, entra in gioco anche il Conservatorio San Pietro a Majella, che ha scritto una lettera indirizzata al presidente del Consiglio dei Ministri.

«Egr. Sig. Presidente, il mondo della cultura e della musica napoletana è, in questi giorni, scosso dalle parole del maestro Roberto De Simone che – in maniera accorata ferma e dignitosa – ha voluto far partecipe la comunità civile della difficile situazione personale in cui egli versa». La lettera destinata a dar voce alla denuncia del musicologo diventa un appello sentito affinché al maestro siano concessi i benefici della legge Bacchelli «testimoniando ‘la chiara fama’ richiesta per la sua applicazione».

L’eredità del Maestro

Il maestro negli anni 90 ha ricoperto la figura di direttore del Conservatorio, lasciando pertanto in eredità la sua grande caratura artistica e culturale, motivo che ha spinto l’ente a racchiudere nello scritto inoltrato a Draghi la richiesta del riconoscimento per gli alti meriti culturali di De Simone che hanno lasciato un segno non solo nel territorio campano ma anche nazionale, basti pensare alla sua grande attività di ricerca e di divulgazione in ambito musicale, che risultano essere incompatibili con la condizione di estrema difficoltà in cui è oggi che è anziano e abbandonato.

Lo stesso conservatorio ha realizzato anche un video in cui si ricordano il prestigio e la lunga attività di De Simone indimenticato e indimenticabile direttore. Ma d’altronde come potrebbe essere altrimenti.

Leggi anche...

- Advertisement -