giovedì, Luglio 7, 2022
HomeCuria e celebrazioni religioseIl Comune di Napoli tiene i debiti pure con San Gennaro

Il Comune di Napoli tiene i debiti pure con San Gennaro

La Deputazione del Tesoro del Santo Patrono cita in giudizio Palazzo San Giacomo: l’Ente di Piazza Municipio deve versare 737mila euro  

Della serie: a Napoli, nemmeno San Gennaro fanno stare quieto. La Deputazione del Tesoro di San Gennaro ha citato in giudizio Palazzo San Giacomo per il mancato versamento, dal 2010 ad oggi, del contributo annuo di 89mila euro all’istituzione che amministra la Cappella ed il Tesoro del Santo Patrono di Napoli. Il debito accumulato dal Comune di Napoli è di circa 737mila euro. La prima udienza del giudizio, promosso dall’avvocato Andrea Pisani Massamormile si terrà il 26 luglio.

«Il ripetuto inadempimento del Comune n egli ultimi 10 anni – scrive il legale – nonché il mancato riscontro ai solleciti bonari della Cappella, costringono la Deputazione a promuovere il giudizio al fine di evitare che l’inerzia dell’amministrazione pregiudichi le funzioni e la sopravvivenza stessa di una istituzione come la Cappella così intimamente legata alla cultura civile e religiosa, diremmo alla identità stessa della città». «Quel pagamento – aggiunge l’avvocato Pisani Massamormile – non è una graziosa concessione, ma l’adempimento di un obbligo». La notizia della citazione in giudizio per il Comune di Napoli, è stata riportata dal quotidiano la Repubblica.

Leggi anche...

- Advertisement -