Nelle foto il capoclan Patrizio Bosti

Il 61enne (ritenuto ai vertici dell’Alleanza di Secondigliano) era stato rimesso in libertà la scorsa settimana

Dalla libertà al ritorno in carcere, al 41 bis, nel giro di meno di una settimana. E’ quanto avvenuto per il boss dell’Alleanza di Secondigliano, Patrizio Bosti. Nelle scorse ore è stato trasferito dal penitenziario di Secondigliano a quello di Parma. Il 61enne, ritenuto il numero due del clan Contini (Vasto-Arenaccia) la scorsa settimana aveva lasciato la cella per fare ritorno a Napoli, alla base della scarcerazione, un calcolo errato, che di fatto gli aveva «abbuonato» circa tre anni e mezzo di reclusione. Rifatti i «conti», il 61enne è stato raggiunto presso la sua abitazione, e trasferito prima nel carcere di Secondigliano, e poi in quello di Parma, dove in seguito a un decreto prodotto in tempi record, è tornato di nuovo al 41 bis. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata