Paolo Iannelli

Accolta per la seconda volta la linea difensiva.

di Luigi Nicolosi.

Presunte tangenti e pazienti “dirottati” dal pubblico al privato, l’inchiesta che poche settimane fa ha portato all’arresto dell’ortopedico Paolo Iannelli perde un nuovo, ennesimo tassello. Dopo la scarcerazione disposta quattro giorni fa, questa mattina il Tribunale del Riesame ha annullato anche il sequestro dei beni mobili e immobili che aveva colpito il noto professionista.

ad

I giudici dell’ottava sezione hanno dunque accolto per la seconda volta in un meno di una settimana la linea portata avanti dal difensore di Iannelli, l’avvocato Maurizio Lojacono. L’ex ortopedico del Cardarelli, incassato anche l’annullamento della misura reale, ha così ritrovato la disponibilità di un “tesoretto” che vale qualcosa come 5 milioni di euro. La Procura aveva infatti chiesto e ottenuto il sequestro di proprietà immobili, conti correnti e quote societarie riconducibili al professionista.

L’avvocato Maurizio Lojacono

Anche in questo caso si è rivelata determinante la linea difensiva impostata sulla presunta inutilizzabilità degli atti di indagine. Una circostanza che già a inizio settimana, come anticipato da “Stylo24”, aveva portato al clamoroso annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari da cui Paolo Iannelli era stato raggiunto il 23 gennaio scorso. Il tribunale del Riesame ha infatti dato pieno accoglimento alle argomentazioni sostenute dal penalista Lojacono, che già nel 2016, battendo sulle stesse eccezioni, aveva ottenuto il medesimo esito favorevole.

Iannelli era finito in manette poche settimane fa, quando la Guardia di Finanza ha arrestato e sottoposto ai domiciliari il famoso ortopedico con l’accusa di bancarotta fraudolenta, riciclaggio e concussione. Il medico era stato condannato nel marzo scorso a 9 anni in primo grado per avere dirottato i pazienti dell’ospedale Cardarelli verso la sua clinica, la Villa del Sole. A questo punto l’inchiesta rischia però di essere davvero approdata al punto di non ritorno.