La caserma Levante di Piacenza, nel riquadro l'appuntato Giuseppe Montella

Inchiesta sulla caserma Levante, l’appuntato  Giuseppe Montella e l’aiuto dato alla fidanzata dello spacciatore

Il carabiniere Giuseppe Montella (37enne di Brusciano, finito in carcere nell’ambito dell’operazione Odysséus) teneva a cuore la sorte dei «suoi» pusher, e quando poteva, si attivava per aiutarli, o per aiutare qualcuno della loro cerchia. E’ il caso di una donna, compagna di uno spacciatore, che ha problemi con l’assistente sociale, e teme che gli portino via i figli. Ha paura perché fa uso di sostanze stupefacenti («sono sporca», spiega, in slang, al carabiniere), e l’assistente sociale ha disposto nei suoi confronti, le analisi tossicologiche presso il Sert. Analisi che saranno effettuate secondo la modalità del cosiddetto esame del capello. A questo punto, l’appuntato, pur sapendo di attivarsi per aiutare una persona con problemi di droga, che tra l’altro ha la responsabilità dei figli piccoli, non ci pensa su due volte, e chiama un medico che conosce, uno specialista che ha un laboratorio di analisi.

Leggi anche / Il carabiniere ordina di alzare
i prezzi: questa costa di più, è marijuana viola

A quest’ultimo, in pratica, chiede se ci sia un modo per vanificare il controllo. «Se una persona si ossigena i capelli o se li taglia, risulta lo stesso che ha fatto uso di sostanze?», domanda il carabiniere. E lo specialista risponde: «E’ molto aggressiva l’ossigenazione, e c’è un altissimo rischio che il test esca negativo, anche se la persona ha fatto uso di sostanze stupefacenti. Comunque l’ossigenazione, o una permanente, insieme a una lunghezza del capello, di 5 centimetri, compresa la radice, sono fattori che sicuramente faranno uscire negativo il test». Ascoltata la «lezione», Montella saluta e ringrazia l’esperto. Pochi giorni dopo – si evince da una intercettazione telefonica effettuata il 14 febbraio 2020 – la ragazza seguirà il suggerimento del carabiniere per falsare l’esame: infatti chiama una sua amica e le dice di aver ossigenato i capelli.

ad
Riproduzione Riservata