giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie di PoliticaI dimaiani si preparano anche in Regione e c'è l'ipotesi intesa con...

I dimaiani si preparano anche in Regione e c’è l’ipotesi intesa con De Luca

La Campania è l’unica regione in cui il nuovo partito del ministro degli Esteri sembra aver attecchito: la spaccatura tra chi resterà con il M5s e chi andrà con Di Maio è a un passo anche in consiglio regionale.

di Nino Toscano

La Campania è l’unico consiglio regionale in cui il nuovo partito di Luigi Di Maio sembra aver attecchito. Poche le adesioni al nuovo movimento lanciato dal ministro degli Esteri sui territori. L’eccezione è proprio la Campania, terra natia dell’ex leader grillino. Non solo in consiglio comunale, anche in consiglio regionale, infatti, la spaccatura tra chi resterà con il Movimento 5 Stelle e chi andrà con Di Maio è ad un passo.

LA SPACCATURA

Sono sei i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle. La storica leader grillina Valeria Ciarambino, di Pomigliano D’Arco come Di Maio, seguirà il ministro degli Esteri a cui è da sempre legata. Dovrebbero seguirla Gennaro Saiello e probabilmente Salvatore Aversano. Resteranno sicuramente con il Movimento 5 Stelle Vincenzo Ciampi e Michele Cammarano mentre sarebbe ancora da valutare la posizione di Luigi Cirillo.

DIMAIANI IN MAGGIORANZA?

Bisognerà capire anche quale posizione prenderà il nuovo gruppo all’interno dello schieramento del consiglio regionale. Il governatore Vincenzo De Luca ha speso parole quasi al “miele” per la nuova formazione di Di Maio spiegando che la formazione del ministro è un possibile interlocutore per la “piattaforma progressista” di cui da tempo va parlando il governatore. Già si rumoreggia, per questo, di un possibile ingresso in maggioranza del nuovo gruppo dimaiano in corso di formazione.

IN CONSIGLIO COMUNALE

Intanto in consiglio comunale si attende ancora l’annuncio ufficiale del nuovo gruppo. Demetrio Paipais e Fiorella Saggese, i fedelissimi di Di Maio, sono già pronti. Qualche dubbio in più ce l’ha l’indipendente Flavia Sorrentino che però, visti i cattivi rapporti con il capogruppo fichiano Ciro Borriello in questa primo scorcio di consiliatura, dovrebbe alla fine formare il gruppo a tre dimaiano. Al momento restano fuori dall’ipotesi di ingresso nel gruppo gli esponenti di opposizione, sarebbero almeno due, interessati all’opzione Di Maio. Su tutte e due i fronti, sia quello comunale che quello regionale, dopo il fine settimana dovrebbero arrivare novità.

Leggi anche...

- Advertisement -