Dante Passarelli

Si tratta di oltre 30 appartamenti che fanno parte di una confisca agli eredi dell’imprenditore Dante Passarelli (scomparso nel 2004)

Era noto, soprattutto, con il soprannome di «re dello zucchero», Dante Passarelli, che il 7 novembre del 2004, mentre era imputato nel processo Spartacus, trovò la morte, cadendo da una terrazza della sua abitazione. Saranno trasferiti al patrimonio «indisponibile» del Comune di Santa Maria Capua Vetere (dove sorgono gli immobili), gli otre 30 appartamenti che fanno parte di una confisca agli eredi dell’imprenditore della Ipam di Villa Literno. La procedura – come riporta l’edizione Caserta de Il Mattino – sarà avviata a partire dalle prossime ore. Ci sarà prima un sopralluogo sugli immobili e poi l’immissione in possesso da parte del Comune.

Riproduzione Riservata