Spaccio di droga (foto di repertorio)

Il gruppo attivo nei rioni di Torre Annunziata, Boscoreale, Messina e perfino in due carceri

Cala il sipario sul processo imbastito per la holding dello spaccio scompaginata nell’autunno del 2019. Trentasei, in totale, le persone indagate, l’operazione portò a 19 arresti. Nelle scorse ore sono arrivate le condanne, per quelli che sono ritenuti i responsabili dell’attività illecita che si snodava tra Torre Annunziata, Boscoreale, Messina e addirittura in due carceri, a Fuorni (Salerno) e a Lanciano. Giuseppe Morello (44enne oplontino), considerato il capo dei pusher, incassa 6 anni e quattro mesi; Paolo Morello e Carlo Izzo, rimediano rispettivamente, 9 anni e 9 mesi, e 9 anni e 4 mesi, di reclusione; 7 anni inflitti invece a Lorenzo Conò. In totale i giudici hanno inflitto oltre 90 anni di carcere ai 18 imputati. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Roma.

Riproduzione Riservata