venerdì, Maggio 20, 2022
HomeNotizie di SportGiro d'Italia a Napoli: il particolare che lega la storia di questa...

Giro d’Italia a Napoli: il particolare che lega la storia di questa tappa a Hemingway

di aemme

Com’è noto il Giro d’Italia ha fatto tappa a Napoli (mentre vi scriviamo i corridori si stanno fronteggianto sotto un sole battente), un evento sportivo di grande pregio che però, per ovvie ragioni, ha completamente paralizzato la città. Non sempre la corsa rosa fa tappa nel capoluogo campano, ecco perché quando capita si respira un’aria di festa che ben si sposa con le miti temperature primaverili.

Hemingway e la sua passione per Bartolomeo Aimo

Forse non tutti sanno che anche 100 anni fa, nel 1922, il Giro fece tappa all’ombra del Vesuvio. Ad aggiudicarsi la corsa fu Bartolomeo Aimo, il pioniere giramondo che ispirò Ernest Hemingway. Aimo, infatti, è anche il nome che Hemingway assegnò ad uno dei suoi autisti nel celebre romanzo “Addio alle armi”, in cui lo scrittore americano racconta la Grande Guerra sul fronte italiano. Hemingway, che era un grandissimo appassionato di ciclismo, vedeva in Aimo un ciclista valoroso e dal grande temperamento. Aimo infatti conosceva bene la guerra. Nato a Carignano nel 1889, lo sportivo prese parte al conflitto in Liba prima di finire in trincea nella prima guerra mondiale. Solo a 30 anni Aimo iniziò la sua carriera professionistica nel mondo del ciclismo.

Leggi anche...

- Advertisement -