Dalla figlia di Totò Riina al riciclatore del clan Contini.

Harley Street 29 è un indirizzo di Londra, nel quartiere di Marylebon. La si potrebbe definire una strada come tante altre, ma la differenza è che lì sono censite più di duemila società e circa 10mila persone, sia fisiche che giuridiche, hanno fornito proprio quell’indirizzo come quello di corrispondenza. Questo grazie a Formations House, ovvero un’agenzia di servizi che costituisce società via internet per conto terzi. Basta avere un computer, un po’ di tempo a disposizione e rispondere ad alcune domande.

Il consorzio di giornalisti Organized crime and corruption reporting project ha lavorato sui dati ottenuti dal gruppo di attivisti Ddos, con le informazioni ricavate che sono state pubblicate dal Times nel Regno Unito e da La Stampa in Italia.

E tirando i fili, tra le società avviate grazie a Formations House ce ne sono due che fanno capo a Maria Concetta Riina e al marito Antonio Ciavarello. Ovvero la figlia e il genero di Totò Riina. Si tratta della T&T Corporation, uno studio legale internazionale avviato nel 2007, e della Corleone Caffè Trading, la cui creazione risale al 2015 (resterà attiva per un anno e mezzo).

Ma i nomi che in un certo modo toccano la criminalità organizzata non sono finiti qui. Infatti negli archivi di Formations House appare anche quello di Andrea Vianello, avvocato padovano che nel 2015 viene coinvolto in una inchiesta sulla ‘ndrangheta e il gioco d’azzardo. Patteggerà 2 anni per gioco d’azzardo e associazione a delinquere. Nell’inchiesta viene citata la Elledi Immobiliary Ltd, inserita anche nei dati su Formations House. La Elledi aveva aperto un conto presso una banca registrata in Tanzania, che fa affari soprattutto a Cipro. Dove viene accusata di finanziare gruppi terroristici e organizzazioni criminali. Chiuderà nel 2007.

In tema di banche, la Business Bank Itali Ltd, società di “servizi finanziari per l’investimento globale”, ha sede, neanche a dirlo, proprio al 29 di Harley Street. Fondata nel 2008, tra i suoi amministratori ha avuto anche Antonio Righi, balzato agli onori della cronaca come Tonino ‘o biondo, che lavora con Formations House, nonostante i precedenti per traffico di droga e ricettazione risalenti ai primi anni 2000 (considerato il riciclatore del clan di Camorra dei Contini) e che verrà condannato a 16 anni e 10 mesi nel 2017. Il nome di Righi appare anche in un’altra società creata dalla Formations House, la Magnolia Fundaction Uk Limited. Nelle cui carte appaiono nomi come “Ottavio detto Il Ladro di Galline” e che ha come “secretary” la “Banda Bassotti Company”, con sede in via dei 40 ladroni.