Verdetto del gip dopo l’udienza di convalida: gli indagati lasciano gli arresti domiciliari e tornano a piede libero

di Luigi Nicolosi

ad

Il giudice per le indagini preliminari non calca la mano e, accogliendo l’istanza del collegio difensivo, revoca la misura degli arresti domiciliari per i tre uomini arrestati domenica sera per i disordini di piazza Bellini. Pietro Spaccaforno, Fabiano Langella e Diego Mormora, al termine dell’udienza di convalida celebrata oggi pomeriggio, sono infatti riusciti a cavarsela con il solo obbligo di firma.

Dopo quasi 24 ore trascorse in carcere e altrettante agli arresti domiciliari, i protagonisti dell’aperitivo-guerriglia in piazza Bellini sfilano davanti al gip per l’udienza di convalida e a sorpresa avevano deciso tutti e tre di rispondere alle domande del giudice Bardi. Pietro Spaccaforno, Fabiano Langella e Diego Marmora, esponenti del centro sociale Insurgencia accusati della rappresaglia contro la polizia, non si sono nascosti dietro a un dito ma hanno ribadito la propria presunta estraneità rispetto alla vicenda: «Noi – hanno spiegato – stavamo soltanto bevendo una birra e ci eravamo incontrati per ricordare Valerio, un nostro amico prematuramente scomparso. La situazione è degenerata quando un agente ha iniziato ha strattonarci. Noi non avevamo però insultato nessuno, neppure nei minuti precedenti».