Test Covid da processare (foto di repertorio)

Pasticcio sul numero reale dei soggetti contagiati in Campania, l’Unità di crisi se ne è accorta a marzo scorso

Un vero e proprio pasticcio sui dati relativamente agli infetti da Covid, perché in Campania, dai report non sono stati eliminati i guariti, vale a dire i soggetti che hanno sconfitto il virus. Stando così le cose, nella nostra regione, i positivi ammontano, realmente, a 25mila unità, mentre (non considerando i guariti, appunto) c’è stato un dato errato che fa registrare 78mila soggetti positivi. L’errore di calcolo – rileva il quotidiano Il Mattino, nell’articolo a firma di Ettore Mautone e Gianni Molinari – è stato notato, a metà marzo scorso, anche dai vertici dell’Unità di crisi regionale, che hanno invitato le Asl a «ripulire» i database dei dipartimenti di prevenzione, dai guariti.

In tutto questo, se quanto avvenuto non avrebbe influito sull’indice Rt (perché si calcola in base ai nuovi casi di positivi), la cosa avrebbe influito a discapito dei soggetti guariti. Molti di questi, infatti, risultando (ma solo al terminale) ancora positivi, sono incappati in controlli da parte delle forze dell’ordine, e sono stati multati, magari perché con loro non avevano il certificato che provava (ulteriormente) la guarigione dal virus.

ad
Riproduzione Riservata