Il 45enne è ricoverato al Cardarelli

Non una rapina tentata e finita con un pugno in faccia perche’ la vittima non aveva denaro con se’, ma una lite. E’ lo scenario su cui indaga la polizia dopo che una guardia giurata addetta a servizi di guardiania ha riportato lesioni nel pomeriggio di ieri in via vicinale San Donato nel quartiere di Napoli di Pianura. L’uomo ricoverato al Cardarelli, e’ in coma farmacologico e in rianimazione. La Squadra mobile di Napoli, che indaga su delega della Procura della Repubblica, sta valutando l’ipotesi che le lesioni riportate siano la conseguenza di una lite per futili motivi con un maggiorenne. L’uomo era stato medicato nel pomeriggio al pronto soccorso del San Paolo e giudicato guaribile in 7 giorni; in quella circostanza aveva parlato di una aggressione conseguente a una tentata rapina. Poi il ricovero d’urgenza per una emorragia cerebrale al Cardarelli.

Sono dunque a una svolta le indagini per il ferimento di Gennaro Schiano, il 64enne colpito da un pugno nel pomeriggio a Pianura, quartiere periferico di Napoli, nel corso di una lite nata per futili motivi. E’ stato lo stesso Schiano, poco prima di perdere i sensi, a raccontare ai familiari quello che era successo, spiegando di essere stato aggredito da un ragazzo gia’ sul convoglio della Circumflegrea che aveva preso nella stazione napoletana di Montesanto diretto a Quarto dove abita. Il giovane lo avrebbe poi seguito quando sarebbe sceso alla stazione ‘La Trencia’ a Pianura e li’ lo ha aggredito con un pugno. La Squadra Mobile avrebbe anche individuato un diciottenne, e continua a visionare immagini delle telecamere di sorveglianza messe a disposizione immediatamente dall’Eav, la holding che gestisce il trasporto pubblico locale campano.