Indagine su concessioni e regolarità degli ormeggi dopo la denuncia anonima alle fiamme gialle

Otto soci del Circolo hanno tentato di destituire il presidente Vincenzo Semeraro, provando un golpe. Non è andato a buon fine, e quindi sono stati allontanati. E, si presume, che uno di questi otto golpisti avrebbe inoltrato alla Guardia di Finanza una lettera anonima, tentando di colpire il Circolo sul fronte debole, quello sui controlli degli ormeggi dei natanti. C’è, però, chi dice che quella lettera anonima non c’entra niente con le prossime elezioni, previste per domenica, dopodomani; elezioni, che vedranno sfidarsi Vincenzo Semeraro, presidente uscente, e Filippo Parisio.

ad

Il primo, ha dato mandato all’avvocato Postiglione di seguire la vicenda: «Noi siamo in regola» dice Postiglione, che continua «Nessuna preoccupazione di sorta, dimostreremo di avere tutto in regola, ed in piena tranquillità contrasteremo le presunte irregolarità».

Tutto questo, dopo la seconda visita in poche ore della Guardia di Finanza: a firma di Anna Paola Merone, sul Corriere del Mezzogiorno, si legge che alcuni militari avevano preso visione di alcuni documenti in cui ci sarebbe descritta la posizione del Circolo rossoverde rispetto al molo ed alle concessioni.

Riproduzione Riservata