Durante i controlli della Polfer 

E’ un volto noto per gli agenti della Polfer, un truffatore esperto nel rifilare patacche spacciandole per oggetti in oro e il suo luogo di lavoro varia a seconda delle esigenze. Da Piazza Garibaldi e zone attigue, alla stazione, alle trasferte al nord dove pure ha collezionato diverse denunce. L’uomo, un cinquantasettenne napoletano, pregiudicato, è stato notato mentre si aggirava con atteggiamento sospetto nelle immediate adiacenze della stazione centrale. Gli agenti hanno quindi deciso di avvicinarlo per un controllo. Il 57enne, però, palesemente turbato e distratto dalla sua «attività», ha assunto un atteggiamento oltraggioso nei confronti della pattuglia, opponendo resistenza e rifiutandosi in un primo momento, di sottoporsi al controllo.

Il truffatore pizzicato
mentre stava operando

Mentre apostrofava gli agenti con frasi offensive, l’uomo è stato condotto negli Uffici della Polfer dove è stato sottoposto ad una perquisizione personale, nel corso della quale sono stati rinvenuti, nelle sue tasche, diversi monili di bigiotteria avvolti in contenitori di stoffa simili a quelli utilizzati dalle oreficerie. Inoltre è stato trovato in possesso di un coltello, occultato all’interno degli slip. Tutto il materiale è stato sequestrato ed il pregiudicato è stato denunciato in stato di libertà per resistenza, oltraggio e possesso ingiustificato di arma impropria.

ad