L'avvocato Luigi Alfano

Un incubo durato più di 7 anni.

E’ stato assolto per non aver commesso il fatto Vincenzo Greco, dopo un autentico calvario durato 7 anni e mezzo in seguito alle accuse di false dichiarazioni per gratuito patrocinato. A darne notizia è chi lo ha difeso, credendo sempre in lui, l’Avvocato Luigi Alfano, il più giovane avvocato d’Italia cassazionista, primo avvocato in Italia ad aver fondato lo sportello antistalking per gli uomini e per le donne. “Giustizia è stata fatta. Il mio assistito – racconta l’avvocato Alfano – aveva fatto predisporre le sue dichiarazioni per l’ammissione al gratuito patrocinio da un CAF, che, però, non aveva inserito il reddito dato da una indennità di accompagnamento di un disabile, che, tra l’altro, non avrebbe inficiato la misura. Dopo il deposito dell’istanza di ammissione, è arrivato il controllo della Guardia di Finanza, che lo ha denunciato a piede libero per falsità nell’autocertificazione in ordine alla documentazione prevista dalla legge, facendo iniziare il suo incubo”.

Il lavoro fondamentale dell’avvocato Alfano ha fatto emergere la verità, certificata (si tratta del primo caso in Italia) dalla sentenza della Corte di Cassazione, per cui ci si trovava davanti a un errore creato da una negligenza del CAF e non dalla volontà del suo assistito.

ad

Cos’è il gratuito patrocinio.

Il patrocinio a spese dello Stato (anche detto “gratuito patrocinio”) è un istituto giuridico previsto dall’ordinamento giuridico italiano per garantire l’esercizio del diritto alla difesa. Le persone non abbienti, qualora abbiano necessità di essere rappresentate in giudizio, sia per agire che per difendersi, possono richiedere la nomina di un avvocato e la sua assistenza a spese dello Stato. Per essere ammessi al Patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.493,82 lordi. Chi è ammesso al patrocinio può nominare un difensore scelto tra gli iscritti negli elenchi degli avvocati per il patrocinio a spese dello Stato, istituiti presso i consigli dell’ordine del distretto di Corte d’appello nel quale ha sede il magistrato competente a conoscere del merito della causa o il magistrato dinanzi al quale pende il processo.

Riproduzione Riservata