Napoli, commercianti del settore moda-abbigliamento disposti a vendere anche indumenti intimi per restare aperti (foto di repertorio)

I commercianti del settore abbigliamento-moda venderanno anche indumenti intimi per restare aperti

L’hanno già ribattezzata «la protesta delle mutande», con gli esercenti del settore abbigliamento, moda e gioielleria, che oggi «forzeranno» il blocco, e riapriranno le serrande. Hanno annunciato di essere disposti anche a mettere in vetrina per venderli, indumenti intimi, un vero e proprio escamotage per restare aperti. Gli esercenti (molti dei quali aderenti a Confcommercio) promettono battaglia e non sono più disposti ad attendere. Il settore dell’abbigliamento-moda è praticamente sul lastrico, basti pensare che prima del lockdown di marzo scorso, faceva registrare, solo a Napoli, un fatturato annuo di circa 1,7 miliardi di euro.

Riproduzione Riservata