Il sindaco Luigi de Magistris e il capo di Gabinetto, Attilio Auricchio
Il sindaco Luigi de Magistris e il capo di Gabinetto e direttore generale, Attilio Auricchio

Come fa a non provare imbarazzo il colonnello Attilio Auricchio? Come fa a non rabbrividire incrociando, in piazza del Municipio, gli alleati del suo sindaco Luigi de Magistris? Quelli che hanno scritto e condiviso un post in cui definiscono i carabinieri «criminali in divisa».

Auricchio è un alto ufficiale dell’Arma. È stato il segugio preferito di Giggino ai tempi delle inchieste di Catanzaro. Oggi è direttore generale del Comune e Capo di Gabinetto del primo cittadino (con stipendio da oltre 300mila euro all’anno). Quanto vale la ragione politica per Auricchio e per lo stesso de Magistris che coi carabinieri ha lavorato quand’era pubblico ministero in Calabria?

Come fa a non provare ribrezzo Auricchio per chi, come il leader di «Insurgencia» Egidio Giordano, compagno di una consigliera comunale molto vicina al sindaco, scrive su Fb dopo lo sgombero di un centro sociale che è legittima difesa prendere a bottigliate i carabinieri? Con che faccia de Magistris partecipa alle celebrazioni per il sacrificio di Salvo D’Acquisto?