giovedì, Luglio 7, 2022
HomeNotizie di CronacaGiustizia militare: carenza di magistrati e solo il 20% sono donne

Giustizia militare: carenza di magistrati e solo il 20% sono donne

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

E’ preoccupante la situazione, almeno da quanto si evince dalla relazione sull’amministrazione della giustizia militare 2018 curata da Giuseppe Mazzi, presidente della Corte militare di Appello. «Va segnalata la ormai rilevante carenza di magistrati, che in particolare nel Tribunale militare di Napoli potrebbe presto dar luogo a notevoli difficoltà. Rispetto ad un organico di complessivi 58 magistrati, sono attualmente in servizio, compresi i tre collocati in posizione di fuori ruolo, soltanto 50», emerge dalla relazione, i cui contenuti sono stati letti, in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario militare.

«Fra i magistrati militari attualmente in servizio – ha ricordato Mazzi – dieci (il 20%) sono donne. C’è un significativo scostamento rispetto alla magistratura ordinaria (in cui il 53% dei magistrati è donna) che pero è dovuto a ragioni specifiche. In primo luogo la circostanza che, dopo l’apertura anche alla donna del concorso per la magistratura militare, si è avuto nel ’92 il decreto con cui è stata nominata la prima magistrato militare donna. L’ultimo concorso per la magistratura militare è del 2003 e successivamente (anche a causa della riduzione delle sedi di tribunale militare, con la legge del 2007) non se ne sono più avuti».

Anche sul fronte del personale civile, «sono stabiliti – conclude Mazzi –, soprattutto con riguardo alla Corte militare di Appello, organici ridotti al minimo: l’eventuale prossimo ricorso, da parte anche solo da qualcuno, alla possibilità di lasciare il servizio per effetto della cosiddetta ‘quota 100’ potrebbe determinare la mancanza anche delle dotazioni minime».

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Leggi anche...

- Advertisement -