Era in compagnia di un altro pregiudicato.

È stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo di Napoli, in un appartamento di Giugliano in Campania, dopo che era sfuggito alla cattura il 26 novembre scorso nel corso dell’operazione “Stella Nera”, il 52enne Biagio D’Alterio. Ritenuto legato al clan Mauro del Rione Sanita’, l’uomo e’ finito in manette in forza di un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Napoli, su richiesta della locale DDA.

Quando i carabinieri, si legge in una nota dell’Arma, sono entrati nell’abitazione l’hanno trovato in compagnia di Francesco Belfiore, 55enne del posto gia’ noto alle forze dell’ordine. Anche lui e’ stato arrestato ma per detenzione di droga a fini di spaccio. Nelle sue tasche 55 grammi di hashish suddivisi in 61 dosi.

ad

In una vettura parcheggiata fuori l’abitazione, invece, rinvenuto altro stupefacente: 105 grammi di marijuana pronti per essere tagliati e smerciati.

D’Alterio e’ stato tradotto al carcere di Secondigliano, Belfiore in quello di Poggioreale. Il primo dovra’ rispondere di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione aggravata, porto e detenzione aggravata di arma comune da sparo e detenzione e cessione di sostanza stupefacente.