Numerose le autorità presenti.

Chiesa gremita per l’ultimo saluto a Pierluigi Rotta, il poliziotto ucciso in Questura a Trieste il 4 ottobre scorso insieme al collega Matteo Demenego. L’ingresso della salma del 34enne originario di Pozzuoli e’ stato accolto con un lungo applauso all’interno dell’edificio consacrato alla Sacra Famiglia di Lago Patria, frazione del comune di Giugliano (Napoli), dove la famiglia dell’agente si e’ trasferita da qualche anno. A celebrare i funerali monsignor Angelo Spinillo, vescovo della Diocesi di Aversa della quale fa parte il territorio di Lago Patria.

Numerose le autorita’ presenti, dal prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ai vertici locali delle forze dell’ordine: il questore Alessandro Giuliano, il comandare provinciale dei carabinieri, i Giuseppe La Gala, il vice capo della polizia Antonio De Iesu. Folta rappresentanza anche dei sindaci locali, rappresentati dal primo cittadino di Giugliano Antonio Poziello.