Kalidou Koulibaly

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il giudice sportivo di serie A ha squalificato per due giornate ciascuno Kalidou Koulibaly e Lorenzo Insigne del Napoli. Il difensore ha ricevuto una giornata per l’ammonizione, in quanto già diffidato, e una per “l’ironico applauso al direttore di gara dopo l’ammonizione”; Insigne, multato anche di diecimila euro, ha invece “rivolto al 48′ st al direttore di gara un epiteto gravemente insultante” e la sanzione è stata aggravata in quanto Insigne è capitano.

ad

Due gare a porte chiuse più una terza con l’ingresso vietato ai soli tifosi della curva: e’ questa per l’Inter, invece, la sanzione decisa dal giudice sportivo, Gerardo Mastrandrea per i “cori di matrice razziale e territoriale ieri nella gara col Napoli”.

 

Le parole del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina

“Non accetteremo più certe dichiarazioni a tutela di interessi di parte, del proprio orticello: possono anche essere legittime, ma innescano reazioni strane”. Lo ha detto il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, all’indomani di Inter-Napoli. “Dobbiamo stare tutti con toni piu’ bassi – ha detto intervenendo a Sky, riferendosi evidentemente alle frasi di De Laurentiis sull’arbitro Mazzoleni ci sono dichiarazioni inopportune: ho fatto le mie verifiche, l’arbitro ieri ha preso tutte le decisioni giuste. Non gli si può fare alcun tipo di rimprovero. Ma certe dichiarazioni dei giorni precedenti avevano provocato un certo clima”.

Laboccetta: Inter-Napoli andava sospesa

“E’ inutile che il Presidente della FIGC Gravina si affanni a dire che la partita Inter – Napoli non andava sospesa. Quando per ben tre volte il giocatore del Napoli Koulibaly è stato oggetto di cori razzisti e offese sarebbe stato doveroso dire basta e non mandare avanti una partita che poi è sfociata nella tragedia. Se si vuole dare dei segnali che impediscano il crearsi di certe situazioni destinate a scappare di mano è giusto invece fermare tutto. Ma per privilegiare il business “the show must go on” magari con qualche minuto di silenzio o con un lutto al braccio in attesa della prossima tragedia”. Così in una nota Amedeo Laboccetta presidente del movimento di opinione Polo Sud.

 

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA:
CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT