La solidarietà del Csm

Solidarietà del Csm al giudice del tribunale di Nola Valeria Ferraro, oggetto ieri di gravi minacce durante un’udienza. A richiamare l’attenzione sul caso in apertura del plenum del Csm è stato il consigliere di Magistratura Indipendente Antonio D’Amato, riferendo che Ferraro è stata minacciata verbalmente da una delle parti, che chiedeva l’immediata trattazione del suo ricorso e che ha poi cercato di impossessarsi con la forza del fascicolo processuale e di portarlo via con sè. D’Amato ha anche chiesto che “la VII commissione, in sede di tavolo paritetico con il ministero della giustizia, si occupi delle condizioni di lavoro dei magistrati, con attività di mappatura e monitoraggio dei locali sede degli Uffici giudiziari, che spesso si trovano in condizioni poco dignitose e poco sicure, come l’episodio di oggi dimostra”.

A Ferraro anche la giunta dell’Anm di Napoli ha espresso solidarietà ” Non è la prima volta che simili episodi accadono– nota il sindacato delle toghe- Nell’ultimo periodo si registra, anzi, un loro significativo, preoccupante aumento, segno evidente che, nonostante gli sforzi fatti, non tutte le misure necessarie sono state ancora adottate”.