Nei riquadri (da sinistra), Michele Del Giudice e Gennaro Autuori, i poliziotti assassinati da Carola nel 1993

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

La cronaca, quella nera, si è spesso occupato di lui. Non rispetta il permesso premio, ma viene scoperto dalla polizia ed arrestato. Protagonista della vicenda, avvenuta nel fine settimana a Pescara, è un ergastolano 53enne, originario dell’area orientale di Napoli, non nuovo ad episodi di evasione. Si chiama Giovanni Carola, alias faccia verde, nel 1993, in carcere per un omicidio, evase da un permesso premio e dopo qualche mese (il 27 aprile dello stesso anno) uccise due poliziotti, in Via Medina, a Napoli. Michele Del Giudice e Gennaro Autuori furono massacrati, mentre si trovavano nella loro auto di servizio.

A più di 25 anni da quel tragico episodio, l’uomo è tornato in carcere, accusato di evasione. Su disposizione del magistrato di sorveglianza di Pescara, infatti, al 53enne era stato concesso un permesso premio presso il proprio domicilio, nel capoluogo adriatico. Gli agenti della squadra Volante hanno eseguito un controllo nell’abitazione e, dopo ripetuti passaggi, hanno appurato che l’uomo non era in casa. Si era infatti reso reperibile solo il mattino seguente. Per questo motivo Giovanni Carola è stato arrestato e condotto in carcere.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT