Giosuè Ruotolo

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Prima udienza ieri, alla Corte d’ Assise d’Appello di Trieste, del processo d’appello a carico di Giosue’ Ruotolo, l’ex caporal maggiore dell’Esercito, di 29 anni, di Somma Vesuviana (Napoli), condannato all’ergastolo l’8 novembre scorso, perche’ ritenuto colpevole del delitto di Trifone Ragone, 28 anni, e della sua fidanzata Teresa Costanza, 30 anni, uccisi il 17 marzo 2015 nel parcheggio del palasport di Pordenone. Presenti in aula Ruotolo, difeso da Roberto Rigoni Stern e Giuseppe Esposito, e il padre. Tra le parti civili, i genitori delle vittime. L’aula e’ presieduta dal Presidente della Corte d’Assise d’Appello di Trieste, Igor Maria Rifiorati.

ad
Teresa Costanza e Trifone Ragone

Nel corso dell’udienza sono state ascoltate le argomentazioni di difesa, pm e parti civili. La difesa ha chiesto una nuova perizia tecnica riguardo alla presenza dell’imputato sul luogo del delitto – il parcheggio di una palestra a Pordenone – anche dopo l’esplosione dei colpi di pistola. Su questa richiesta la Corte dovra’ pronunciarsi all’inizio della prossima udienza gia’ fissata per venerdi’ 23 novembre alle 9.30.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT