Una corsa contro il tempo.

Lei è Ginevra, ha 7 anni ed abita a Melito con la sua sorellina e i suoi genitori, storici combattenti nella trincea della Terra dei fuochi. Nel 2015, la triste scoperta di un astrocitoma pilocitico prechiasmatico al cervello sconvolge le loro vite.

Dopo vari interventi e 18 mesi di devastanti chemioterapie, che avevano portato ad un’importante riduzione del tumore, la piccola Ginevra sembrava uscita dal tunnel, e lei e la sua famiglia sembravano aver ritrovato una vita normale, quasi serena.

ad

Purtroppo, come riferisce la consigliera comunale Laura Bismuto, che ha condiviso il video della piccola in ospedale, da maggio 2019 il mostro è tornato più cattivo di prima e la situazione è diventata allarmante, tanto da rendere necessario un intervento delicato e tempestivo. Questo intervento avrà un costo di 55.000 euro e verrà fatto il 29/10/2019 presso la clinica INI di Hannover, dove un equipe specializzata di neurochirurghi noti in tutto il mondo, cercherà di estirpare del tutto il male che da 5 anni affligge le loro vite, portando devastazione mentale e tristezza assoluta.

Entro il 24 la famiglia deve versare l’intero importo.

È partita una corsa contro il tempo ed è stata lanciata una raccolta fondi dalla famiglia della nostra Ginevra.

Di seguito l’iban della mamma:
Iban: IT98D0760105138230290630300
Ric Postepay
N:5333171050841804
Intestato a: Pirrella Stefania
C.f. prrsfn82b66f839g

Per fare la donazione: CLICCA QUI

L’appello di papà Fabio:

Ginevra ha solo 7 anni, e da quattro anni e 1/2 sta COMBATTENDO contro un tumore al cervello.
Viviamo a Melito di Napoli, e nell’ aprile del 2015 hanno diagnosticato un tumore al cervello a nostra figlia Ginevra ( astrocitoma pilocitico prechiasmatico ).
Dopo la biopsia, e le procedure dettate dai protocolli europei, ci trasferirono con immediatezza al Pausilipon ( ospedale pediatrico onco/ematologico di Napoli ) per le cure del caso.
18 mesi di chemioterapie, vari interventi, e nel febbraio del 2017, finito completamente il protocollo, il tumore ebbe una riduzione importante.
Dopo controlli periodici al Bambino Gesù di Roma, risonanze magnetiche e controlli onco-oculistici, a maggio di quest’anno purtroppo c’è stato un incremento della lesione.
Risonanza fissata a quattro mesi, ed il 25 settembre c.a. un ulteriore incremento della lesione, che a parere favorevole sia degli oncologi che dei neurochirurghi, la cosa imminente e prioritaria ( non potendo fare chemioterapie ne radioterapie per la attuale grandezza della lesione ) è l’intervento chirurgico per rimuovere la lesione, o quanto meno fare un asportazione sub-totale della stessa, per evitare che il trend di crescita abbastanza importante, possa a breve portare danni irreversibili specie alla vista ed al sistema endocrinologico.
Questo intervento verrà fatto il 29/10/2019 presso la clinica INI di Hannover, dove un equipe specializzata di neurochirurghi noti in tutto il mondo, cercheranno di estirpare del tutto il male dal cervello di Ginevra, che affligge da ben 5 anni circa le nostre vite, portando devastazione mentale e tristezza assoluta in tutti noi che la AMIAMO!
Per tale intervento occorrono circa 55000€ ed una degenza di circa 20/25 giorni, ovviamente aumentando le spese sia di permanenza che di viaggio.
Confidiamo nel vostro aiuto..sperando che finisca per noi questo incubo interminabile!
Un ringraziamento anticipato…..da parte di tutti noi…ma soprattutto da parte della nostra GUERRIERA Ginevra
Dio ci assista!

GRAZIE MILLE ANCORA DI CUORE

Riproduzione Riservata