sabato, Maggio 21, 2022
HomeNotizie di CronacaSi è reso disponibile a occultare i cadaveri per conto del clan:...

Si è reso disponibile a occultare i cadaveri per conto del clan: arriva la stangata

di aemme

Vent’anni di carcere al boss Gallo. Secondo le ricostruzioni avrebbe partecipato all’epurazione voluta del clan Amato-Pagano. Avrebbe infatti fornito agli alleati la sua disponibilità ad occuparsi dei cadaveri degli affiliati uccisi nel 2007.

Si è reso disponibile a occultare i cadaveri per conto del clan: arriva la stangata per Gallo

L’accusa gli è costata una condanna definitiva a 20 anni di carcere. Giuseppe Gallo detto o pazzo, era il capoclan dei Gallo-Limelli-Vangone, consorteria criminale con base a Boscotrecase ma con interessi in tutta la provincia di Napoli. Recentemente la Cassazione ha confermato la sentenza di secondo grado emessa a novembre 2019 dalla Corte d’Assise d’Appello. La sentenza riguarda 8 imputati e condanna all’ergastolo il boss degli scissionisti di Secondigliano Cesare Pagano e i due ras del clan Lo Russo, Oscar Pecorelli e Raffaele Perfetto. Il processo, come anticipato in premessa, ha coinvolto anche Giuseppe Gallo all’epoca dei fatti ritenuto uno degli uomini chiave nel narcotraffico. Gallo si sarebbe reso disponibile ad occultare i cadaveri dei morti uccisi.

Leggi anche...

- Advertisement -